page.php
content-page.php

Inverno 2013

E’ un guardaroba dedicato al vestire maschile. Il completo da uomo ritrovato è un delicato elemento romantico. Affascina per i dettagli tailor made, per la profondità delle varie gessature di lana pettinata, per la purezza dei grigi mélange e per i tagli decisi che disegnano il corpo.

E’ evidente, il disegno di una nuova silhouette segnata in vita dagli incroci “doppiopettati”, dai corpini alti e dalle cinture di coccodrillo strette su tutti gli strati dei vestiti. Una varietà di gonne a pieghe, lunghe o al ginocchio, il decoro più semplice, coprono il sotto assieme ai pantaloni dalle gambe precise. I cappotti, alcuni, appiombano dritti.

I materiali classici contrastano le superfici in pelliccia, trattate nella maniera più selvaggia: pull over di montone o persiano, toppe e bavagli di visone, coste tricottate di mohair, vestaglie di alpaca e varietà di pellami. Questo, il tratto che accelera il ritmo della narrazione assieme a certe fantasie etniche, flockate o tessute, che appaiono improvvisamente tra i numerosi piani dell’abbigliamento.

Anche le scarpe, nude, sabot stringati, sandali di pelo e velluto, zoccoli di pelle patch, arricchiscono l’immaginario dell’idea di un femminile esotico, in qualche maniera folk.

La palette individuata dall’ Arcari, tocca toni scuri: blu, nero, grigio e marrone spezzati da nuance shocking.